CANDIDATI


Ezio Capitani (Candidato Sindaco)

Titolo di studio: Diploma di Scuola Media Superiore;
Altri titoli professionali: Attestato di Programmatore Elettronico;
Ho 63 anni, sono pensionato da pochi mesi, sono stato dal 1982 al 2016 dipendente di diversi istituti di credito a carattere nazionale,negli ultimi 4 anni con la qualifica di Responsabile di agenzia;
Sono stato Consigliere Comunale ad Offagna dal 1975 al 1980 e dal 1985 al 1990;
Assessore alla Provincia di Ancona dal 1990 al 1998 con deleghe al bilancio, personale, informatica e telematica, beni culturali e per un breve periodo alla caccia e pesca, nell’ambito della delega ai beni culturali ho promosso l’istituzione e sono stato il primo Presidente del Sistema Museale della Provincia di Ancona ed ho seguito la realizzazione del Museo Paolucci ad Offagna; negli stessi anni ho ottenuto un ulteriore contributo U.E. per la realizzazione del progetto telematico denominato “Musei in rete”;
Nell’ambito della delega all’informatica e telematica ho contribuito alla ideazione e realizzazione, con contributo UE, della Rete Telematica Provinciale (tuttora attiva), finalizzata al collegamento online degli Enti Locali e dei soggetti istituzionali della Provincia di Ancona per lo scambio di dati, informazioni e certificazioni a distanza;
Componente, in rappresentanza dell’Unione Province Italiane, dal 1982 al 1998 della CCFL (Commissione Centrale per la Finanza Locale, Commissione a suo tempo istituita presso il Ministero dell’Interno con il compito, tra altri, anche per l’esame degli atti degli enti locali in dissesto);
Presidente dell’ERAP (Ente Regionale per l’Abitazione Pubblica) della Provincia di Ancona dal 2006 al 2012;
Coordinatore dei Presidenti degli Erap provinciali delle Marche dal 2007 al 2012;
Membro del Consiglio Direttivo di Federcasa dal 2006 al 2012;
Nell’ambito delle attività collaterali al mandato Erap ho promosso nel 2009 la realizzazione del libro sull’architetto Andrea Vici nelle Marche e la mostra ad esso collegata, con particolare riguardo alla sua presenza ad Offagna;
Sono stato socio fondatore della Pro Loco nel 1975 e sono da sempre impegnato nel settore della valorizzazione culturale e turistica del nostro territorio, ho ideato e promosso, nel 2001, un progetto di accoglienza turistica in forma cooperativa tra i Comuni di Agugliano, Camerata Picena, Offagna e Polverigi, denominato “LaTerra dei Castelli”.

Accorroni Mattia

30 anni compiuti lo scorso ottobre. I primi 27 anni della mia vita ho vissuto ad Offagna, con la mia famiglia. Dopo la laurea in scienze degli alimenti e della nutrizione all’UNIVPM, attravero borse di studio ho effettuato delle brevi esperienze lavorative in Germania e Paesi Bassi. Attualmente lavoro come operaio addetto al controllo qualità in un’azienda alimentare in Emilia.
Da sempre sono appassionato alla politica e molto legato al territorio dove sono cresciuto. Negli anni ho collaborato con diverse associazioni: l’esperienza con Vicolocorto, realtà pesarese specializzata nell’educazione giovanile e mobilità internazionale, è terminata; continuo invece a collaborare con l’Accademia della Crescia per promuovere il territorio di Offagna ed hookii un’associazione atta a promuovere la partecipazione attiva alla diffusione e all’analisi critica delle informazioni che ci circondano.

Bartoli Fabrizio

Sposato con tre figli, di anni 66 vive ad Osimo (An), laureato in fisica, ha insegnato in istituti tecnici superiori, negli ultimi anni ha assunto incarichi di vice preside e direttore presso l’ISIS di Osimo. Sensibile alle tematiche ambientali, dal 1998 fino al 2005 ha assunto l’incarico come direttore del Museo di scienze naturali della Provincia di Ancona “L. Paolucci”. Attualmente in pensione. E’ stato fondatore di diverse associazioni con scopi umanitari e culturali (la Pro Loco di Offagna, l’Ass. Naturalmente di Osimo, l’Ass. Osimoambiente, l’Accademia della Crescia, l’Ass. Paideia, l’Ass. Supra partes di Osimo, l’Accademia degli Alethofili di Osimo, L’Ass. AgriSalus), attualmente è presidente dell’Accademia della Crescia di Offagna.

Cariddi Simona

27 anni, offagnese dalla nascita, ha conseguito la Laurea Magistrale in Lettere Moderne all’Università degli Studi di Siena. Oggi lavora presso la “Consulmarche Risorse Umane” come Consulente e si occupa di Ricerca, Selezione e Formazione di personale qualificato. Inserita da sempre nel tessuto sociale di Offagna, ha giocato diversi anni nella squadra di Pallavolo Femminile, ha ricoperto il ruolo di Animatrice nei vari centri estivi del paese e da oltre 10 anni collabora con i diversi Gruppi per la realizzazione di spettacoli durante le “Feste Medievali”.
Si candida perché: “credo fermamente che il nostro paese abbia bisogno di una ventata di novità, che scalzi i retaggi del passato e si avvii verso un futuro migliore, dove il bene del paese e della collettività sarà l’obiettivo primario e il punto di partenza per qualsiasi decisione e dove la lealtà, l’impegno e la trasparenza saranno alla base delle attività che si intraprenderanno“.

Choinka Joanna

Nata in Polonia nel 1983, vivo ad Offagna dal 2004 dove sono sposata con 2 figli di 9 e 4 anni. Sono cittadina italiana dal 2011.
Mi sono laureata in Economia e Commercio all’Università Politecnica delle Marche. Nel 2010 ho conseguito un master in Web-Marketing.
Nelle mie passate esperienze lavorative mi sono occupata di marketing ed importazioni presso aziende operanti nel settore import/export.
Attualmente lavoro in un’azienda di Ancona che si occupa di trasporti e logistica internazionale.
Negli ultimi tre anni ho collaborato con UNITRE come docente di lingua polacca per italiani.
Da quando i miei figli hanno cominciato a frequentare asilo e scuola elementare ho iniziato a sentire vicino a me il tema della scuola decidendo di impegnarmi attivamente. Dall’anno scorso sono rappresentante di istituto presso la scuola elementare e media “Caio Giulio Cesare”.

Guidobaldi Francesco

47 anni, offagnese dalla nascita, sposato con 2 figli. Diplomato ragioniere. Dal 1996 sono contitolare della falegnameria Guidobaldi. Ho fatto parte dei direttivi di varie associazioni del paese: pro loco, rione, polisportiva, accademia della crescia e attualmente della pallavolo Offagna di cui sono presidente dal 2012.
Appassionato da sempre di politica spero di poter mettere a disposizione le mie capacità e competenze.

Socci Tiziana

Nata ad Offagna il 17.08.1952. Dopo il diploma di perito aziendale corrispondente in lingue estere, nel 1972 si sposa e si trasferisce a Reggio Emilia dove nascono i suoi due figli.
Dal 1975 al 1997 ricopre diversi ruoli in Agenzie di Marketing e Pubblicità di Reggio Emilia come account, copywriter e responsabile media.
Dal 1997 al 2003 entra a far parte dell’équipe di Remida, il Centro di Riciclaggio Creativo del Comune di Reggio Emilia dove si occupa della comunicazione e gestione del centro tenendo anche corsi di formazione diretti ad insegnanti ed educatori, sull’uso creativo dei materiali di scarto nelle scuole e nelle associazioni pubbliche rivolte all’ infanzia e alla terza età.
Dal 2003 si trasferisce in Calabria nella provincia di Vibo Valentia dove continua l’impegno e la collaborazione con Remida e con altre realtà ed associazioni locali che si occupano di ecologia e cultura dell’ambiente.
Dal 2010 è tornata a vivere ad Offagna.

Spinsanti Fabrizio

Nato ad Ancona risiede ad Offagna dal 2004. Sposato due figli di 10 e 7 anni. Responsabile commerciale per l’area Romagna e Marche di un istituto di credito nazionale. Amante dello sport e della musica ha sviluppato nel corso degli anni una forte sensibilità per il sociale partecipando volontariamente a diverse associazioni e al rispetto e salvaguardia dell’ambiente e della natura. È fortemente convinto che per migliorare le cose i cittadini debbano riappropriarsi della politica mettendo a disposizione le proprie competenze e le proprie idee per la comunità senza secondi fini.

Tittarelli Loriana

Nata il 17/11/58 ad Offagna, vive ad Offagna dal1982. Sposata con due figli, Giacomo e Giorgio, è vedova dal 2004. Artista nota per le performance di stone balance (porre le pietre in equilibrio) e per praticare questa disciplina quotidianamente sulle spiagge del Conero, è dal 2012 portavoce di quest’arte attraverso mostre e raduni in giro per l’Italia e nel mondo. Ospite di trasmissioni televisive e radiofoniche dove presenta la sua arte, è chiamata dalle scuole per dimostrazioni ai bambini. Ogni anno collabora con le patronesse in attività benefiche e di volontariato per i bambini del Salesi.

IL NOSTRO PROGRAMMA

La proposta di questa lista civica per Offagna nasce dalla situazione di particolare disagio in cui attualmente si trova la comunità offagnese e dalla volontà di contribuire alla ricerca delle soluzioni più favorevoli per uscirne.

Il nostro comune si trova già da più di un anno in dissesto finanziario, in questo periodo è stato amministrato da due commissari straordinari, che non avendo spazio di manovra sulle entrate in quanto le aliquote della tassazione locale erano già al massimo da diversi anni, hanno dovuto tagliare numerosi servizi.

Altri servizi, in primo luogo quelli scolastici, sono in grave pericolo, altri di tipo privatistico sono a rischio a cominciare dai due sportelli bancari che hanno chiuso in questi giorni.

La nostra lista “Rinascita per Offagna” con il motto “passione e responsabilità” parte proprio da questa difficile situazione, fa un appello a tutte le forze politiche e civili a lasciare da parte le differenze e a concentrarsi sulle soluzioni da adottare per risollevare il Comune di Offagna, coinvolgendo in questo percorso associazioni, cittadini volenterosi, in particolare coloro che hanno maturato importanti esperienze e competenze professionali, tutti coloro che hanno tempo disponibile da dedicare a questo progetto, comprese le varie personalità che in questi anni hanno ricevuto onorificenze e cittadinanza onoraria.

L’intento di questa lista civica è quello di salvaguardare lo stato sociale ed economico, invertendo la tendenza al declino e migliorando le condizioni di vita, difendendo il prestigio e l’attrattiva che il nostro Paese si è conquistato in questi anni con le idee ed il lavoro di tanti concittadini (Bandiera Arancione, Borghi più belli d‘Italia ecc.)

La nostra lista quindi non nasce contro qualcuno ma per lavorare al servizio di Offagna.

Per noi è importante la trasparenza e la partecipazione di tutti i cittadini nelle scelte amministrative, pertanto promuoveremo periodiche assemblee informative ed eventuali referendum sulle questioni più importanti. Siamo convinti che con la partecipazione e l’aiuto di tutti possiamo ben amministrare condividendo idee, proposte e soluzioni.

Partendo da una verifica della massa debitoria accumulata vogliamo individuare le migliori soluzioni per la sua riduzione valutando le opportunità offerte dalla vigente legislazione e ricercando una dignitosa collaborazione con i comuni limitrofi che sia rispettosa della nostra storia e della nostra identità.

La domanda più ricorrente dei cittadini in questi mesi è stata: Offagna riuscirà a mantenere la sua autonomia o con chi si unirà? Noi non vogliamo sottrarci a questo interrogativo, ma osserviamo che una risposta precisa e corretta non può essere data in questo momento, in quanto essa dipende innanzitutto dal reperimento di tutte le informazioni di natura contabile e giuridica necessarie ad una ragionata valutazione sulla convenienza delle varie ipotesi, rispettando un giusto equilibrio tra il mantenimento di un buon livello di servizi e di autonomia. Sonderemo naturalmente in primo luogo ipotesi di collaborazione con comuni limitrofi di analoghe dimensioni e comunque decisioni di questa importanza saranno precedute da adeguata informazione e forme di consultazione.

Uno dei punti fondamentali del nostro programma sarà quello di salvaguardare i servizi socio assistenziali, scolastici, sportivi e culturali, valorizzando il nostro patrimonio artistico e paesaggistico attraverso il potenziamento della nostra straordinaria ricchezza associativa, favorendone un maggiore coordinamento e collaborazione. Sviluppare percorsi vita, piste ciclabili, percorsi culturali che tocchino le nostre eccellenze del patrimonio culturale, quelle agricole, delle produzioni tipiche, enogastronomiche e delle strutture ricettive.

Sarà necessario porre mano ad una revisione del Piano Regolatore generale anche alla luce della crisi edilizia in corso, che tenga conto del patrimonio invenduto e, in particolare, del recupero e riuso dell’incompiuto, ricercando se possibile soluzioni che favoriscano l’accesso dei giovani alla casa.

Amministrazione partecipata e trasparente

Realizzeremo una gestione della politica trasparente, le informazioni saranno disponibili ai cittadini in modo chiaro e comprensibile ed inoltre sarà promossa la partecipazione di tutti alle scelte amministrative.

  • Bilancio partecipato con esposizione pubblica

  • Limitazione delle consulenze esterne onerose a quelle eventualmente necessarie per affrontare le controversie legali e la situazione di dissesto.

  • Periodiche assemblee pubbliche per aggiornare i cittadini sulla situazione

  • Consigli comunali aperti per consentire l’intervento dei cittadini

  • Istituzione dell’Istituto del Referendum.

  • Pubblicazione sul sito web comunale di Newsletter informative alle attività della giunta, delle commissioni e degli eventi, con monitoraggio streaming delle sedute consiliari.

  • Attenzione e rispetto dei criteri e delle procedure per l’assegnazione di lavori e consulenze con le dovute valutazioni di merito e di qualità.

Ambiente e territorio

Obbiettivo importante sarà la salvaguardia del territorio e la valorizzazione del patrimonio naturalistico ed ambientale con riduzione del consumo del suolo, e politica di recupero e ristrutturazione di vecchi edifici. Sarà favorito il risparmio energetico negli edifici e negli impianti pubblici e privati.

  • Ulteriore spinta per la raccolta differenziata dei rifiuti.

  • Revisione del Piano Regolatore Generale con particolare attenzione al consumo di suolo, al patrimonio edilizio esistente e invenduto e a quello incompiuto

  • Favorire iniziative volte all’accesso alla casa da parte dei giovani

  • Valorizzazione e incentivazione della produzione agricola e dei prodotti tipici a filiera corta (a km 0) con attenzione a produzioni di qualità e biologiche.

  • Favorire la diffusione delle pratiche di risparmio energetico e di accesso alle agevolazioni di legge.

Cultura e Turismo

La valorizzazione culturale e turistica è uno degli obbiettivi principali di questa lista civica proprio perché il nostro paese dispone di un notevole patrimonio culturale ed artistico. E’ necessaria una migliore organizzazione di tutto il settore con la collaborazione di tutte le associazioni e le forze sociali del paese.

  • Coordinamento comunale delle varie attività culturali e turistiche organizzate dalle diverse associazioni stimolando la collaborazione di tutte le forze sociali.

  • Riapertura del Museo di scienze naturali “L. Paolucci”, collaborando con la Regione Marche e le altre istituzioni provinciali e predisposizione di un programma di visite ed attività (laboratori) in accordo con le diverse scuole vicine.

  • Migliore valorizzazione della Rocca medievale, massima attrazione del paese, con organizzazione di eventi in collaborazione con le associazioni e tutte le forze del paese.

  • Migliore organizzazione e gestione dei Musei presenti nel paese (museo della Rocca, museo Paolucci, museo della Liberazione).

  • Creazione di un punto di informazione turistico.

  • Programma degli eventi culturali, turistici ed enogastronomici (primavera, estate, autunno) con il coinvolgimento delle diverse associazioni, le strutture ricettive e le attività commerciali.

  • Riorganizzazione delle Feste Medievali, principale attrazione turistica del paese, con l’aiuto di tutte le associazioni e le forze sociali.

  • Programma di pubblicizzazione degli eventi con i diversi mezzi mediatici ed il coinvolgimento delle organizzazioni turistiche vicine (Riviera del Conero, la città di Osimo, la città di Camerano, ecc…), stabilendo anche degli accordi “turistici” con le città vicine.

  • Sostegno per la creazione di un sistema di accompagnatori turistici alla visita del Paese.

Attività produttive e commercio

  • Favorire nuove e innovative piccole attività imprenditoriali nel settore turistico -culturale, artistico, enogastronomico e del riuso.

  • Incoraggiare e sostenere iniziative finalizzate alla predisposizione di progetti per accedere a Fondi UE/nazionali/ regionali .

  • Favorire la nascita di mercatini periodici con prodotti tipici, artigianato e oggetti per il riuso e il baratto.

Sanità e Sociale

  • In una comunità come quella di Offagna, dove sono presenti numerosi anziani anche con difficoltà ad utilizzare i servizi pubblici e privati e di giovani, il nostro impegno sarà quello ripristinare spazi comuni di aggregazione e di ritrovo per ricucire il tessuto sociale.

  • Favorire la costituzione di una “Banca del tempo” all’interno della quale le persone volontariamente mettano a diposizione parte del loro tempo libero per contribuire alle iniziative di solidarietà nei vari settori, sociale, sanitario, ricreativo culturale, con particolare riguardo agli anziani con difficoltà di movimento, quali trasporto a chiamata, consegna a domicilio di medicinali, spesa domestica, effetti personali ecc.

  • Salvaguardare e migliorare l’offerta sanitaria innanzitutto difendendo la presenza del presidio sanitario e migliorando il servizio medico – sanitario e l’assistenza domiciliare e lo sportello sociale.

  • Favorire il collegamento telematico con i servizi sanitari vicini in modo da predisporre prenotazioni online.

Scuola

Tutte le proposte ed i progetti sottoelencati sono relativi alla scuola materna, elementare e media e sono da realizzare in accordo con la programmazione dei diversi plessi scolastici e degli insegnanti.

  • Progetti di laboratorio artigianale per il dopo scuola.

  • Sostegno al mantenimento della scuola materna, elementare e media.

  • Progetto di sensibilizzazione volto alla prevenzione del Bullismo e del rispetto di genere.

  • Progetto “Mens sana in corpore sano”, relativo alla sensibilizzazione dei vari studenti a corrette norme igieniche, ad una sana alimentazione e a pratiche di prevenzione di disagio psicologico.

  • Progetto di stimolo alla lettura in collaborazione con la biblioteca comunale.

  • Proposte di visite guidate alla scoperta del patrimonio culturale, artistico e paesaggistico del Paese per lo sviluppo di uno spirito di identità.

Sport

Lo sport è attività fondamentale di aggregazione sociale, educazione e rispetto reciproco oltre che di sano sviluppo fisico. Quindi il sostegno alle attività sportive è un punto fondamentale del nostro programma.

  • Sostegno alle attività sportive presenti nel paese.

  • Sostegno alla organizzazione di eventi sportivi che possano richiamare pubblico in accordo con eventi culturali e turistici.

  • Riorganizzazione per l’utilizzo degli impianti sportivi comunali stabilendo convenzioni in accordo con le società sportive locali.

Sicurezza e protezione civile

  • Potenziamento del sistema informativo relativo al piano di emergenza comunale, con ulteriori strumenti di avviso alla popolazione.

  • Collaborazione con le forze di polizia locale e territoriale per garantire una maggiore sicurezza dei cittadini.

  • Supporto alla protezione civile anche tramite la programmazione di esercitazioni e simulazioni di soccorso.


Scarica il programma in formato PDF

Contattaci

Per contattarci compila i seguenti campi e fai click su INVIA. Le Risposte alle domande verranno pubblicate nella sezione (Domande & Risposte)


Ho letto e accetto l' informativa trattamento dati

NEWS & EVENTI


 


AVVISO PUBBLICO PER LA SELEZIONE DI PERSONALE. (02/02/2018)

Il Polo Museale di Offagna, Associazione convenzionata con il Comune di Offagna per la gestione del patrimonio museale comunale, indice una selezione per titoli e colloquio, per la costituzione di rapporti di lavoro, con mansione di operatore museale. I candidati selezionati andranno a prendere servizio presso i tre Musei siti nel Comune di Offagna, specificatamente nel Museo delle Armi, nel Museo di Scienze Naturali “Luigi Paulucci” e nel Museo della Liberazione di Ancona.

Oggetto dell’incarico

I candidati selezionati svolgeranno le seguenti attività afferenti alla figura professionale richiesta:

  • Servizi di accoglienza, informazione e didattica

  • Guida alle collezioni

  • Guardiania

  • Biglietteria

  • Apertura e chiusura del Museo

In considerazione dell’oggetto dell’incarico e del carattere della prestazione da svolgere, i collaboratori potranno utilizzare i locali e le attrezzature messe a disposizione dall’Associazione e dal Comune. L’incarico non costituisce, in ogni caso, un rapporto di lavoro subordinato di impiego privato e/o pubblico.

 

Prerequisiti necessari

Per l’ammissione alla selezione è richiesto il possesso necessario dei seguenti requisiti:

a) cittadinanza italiana o di uno degli Stati membri dell’Unione europea;

b) età non inferiore agli anni 18;

c) diploma di istruzione secondaria di I grado. Verranno presi in considerazione candidati che sono iscritti al 5° anno di scuola superiore. Per i titoli di studio conseguiti all’estero è richiesta la dichiarazione di equipollenza ai sensi della vigente normativa in materia;

d) idoneità fisica e mancanza di patologie che possano compromettere l’espletamento delle mansioni afferenti al profilo professionale richiesto.

e) godimento dei diritti civili e politici. Non possono accedere agli impieghi coloro che siano stati esclusi all’elettorato politico attivo;

F) non aver riportato condanne penali e non avere procedimenti penali pendenti o in corso;

I candidati di cittadinanza diversa da quella italiana devono possedere i seguenti requisiti:

1) essere in possesso, ad eccezione della cittadinanza italiana, di tutti gli altri requisiti previsti per i cittadini italiani;

2) avere adeguata conoscenza della lingua italiana.

Termini e modalità per la presentazione della candidatura

Ogni aspirante può presentare la propria candidatura tramite posta elettronica all’indirizzo info@polomusealeoffagna.it, riportando nell’oggetto della mail “CANDIDATURA PER OPERATORE MUSEALE” e allegando il curriculum vitae professionale debitamente compilato e sottoscritto, una lettera motivazionale. Gli aspiranti in possesso di una certificazione di lingua straniera, sono invitati ad allegare una copia della certificazione alla mail con il resto dei documenti sopra indicati. La candidatura dovrà essere inoltrata entro le ore 12:00 del 22 febbraio. Le candidature che perverranno oltre l’ora e la data di scadenza non saranno prese in considerazione.

Valutazione per titoli e colloquio

Dopo la verifica dei Prerequisiti necessari, verrà valutato il possesso di alcuni titoli come:

  • Coerenza del diploma di maturità con i temi trattati dai tre Musei

  • Coerenza del diploma di laurea con i temi trattati dai tre Musei

  • Conoscenza di una lingua straniera

  • Esperienze lavorative nell’ambito

  • Attestati di corsi extracurriculari formativi e professionali pertinenti con la mansione richiesta dal detto avviso

Conclusa la valutazione dei titoli, agli aspiranti ritenuti idonei verrà comunicata tramite mail la data del colloquio che concluderà il percorso di selezione del personale. Gli aspiranti selezionati parteciperanno ad alcuni corsi formativi gratuiti organizzati dal Polo Museale di Offagna, volti alla preparazione dei suddetti ai temi e alle materie trattate dai tre Musei.

Norme finali

Il Polo Museale di Offagna a proprio insindacabile giudizio si riserva il diritto di sospendere temporaneamente, ovvero di annullare, di revocare la presente procedura di selezione, o ancora di posticipare e riaprire i termini di scadenza della stessa.

CHIARIMENTI SULLA PRO LOCO.

La situazione di gestione opaca e di dissesto strisciante della Pro Loco durava già da diversi anni nonostante il puntello delle triangolazioni economiche e finanziarie, Comune – Banca – Pro Loco, messe in atto alcuni anni fa per azzerare il debito già allora consistente.
La Pro Loco fin dalle Feste Medievali 2017, lo abbiamo ripetuto all’infinito in questi mesi, era già risultata ampiamente deficitaria anche sul piano organizzativo e logistico, oltre che in grave carenza di soci e di membri del Direttivo dimissionari o dimissionandi, che solo grazie all’impegno fisico, di tempo e al senso di responsabilità degli operai comunali è stato sopperito.
Quel personale del Comune a cui va riconosciuto questo merito, alla faccia dei titoli scandalistici e pruriginosi della stampa dietro l’installazione degli orologi smarca tempo elettronici, commenti e titoli lesivi dell’onore e della rispettabilità dei nostri dipendenti ai quali qui ribadiamo tutta la nostra fiducia e solidarietà.
Quindi questo era il contesto, per cui fin da settembre scorso l’Amministrazione Comunale ha chiesto a gran voce una verifica sulla effettiva capacità ed efficienza della Pro Loco, con largo anticipo sulla stagione 2018, in quanto il Comune non avrebbe potuto garantire per il prossimo anno (2018) l’impegno improprio con il proprio personale.
Verifica obbligata e dovuta anche statutariamente da parte del Comune, verifica che abbiamo chiesto avvenisse attraverso un percorso democratico, trasparente e di partecipazione che è sfociato in un tesseramento straordinario con 135 iscritti, con una assemblea auto convocata cui hanno partecipato 45 soci, validata dal presidente della Pro Loco, dalla nomina di una commissione di verifica della situazione economico finanziaria, da una ulteriore assemblea (8 gennaio 2018) convocata dal Presidente e alla quale hanno partecipato il Presidente regionale e provinciale dell’Unione Regionale delle Pro Loco. Alla luce della relazione sullo stato debitorio (circa 100.000,00 €) e di irregolarità riscontrato, unanimemente è stato decretato il commissariamento, con conseguente e urgente necessità di formare un’altra Pro Loco, che ripartendo da zero potesse riprendere il ruolo fondamentale che le compete nella nostra cittadina.
La relazione sullo stato debitorio della Pro Loco è stata consegnata e protocollata in comune e non potevamo esimerci dal prenderla in carico e suggerire un percorso di soluzione.
Il compito di indire la nuova assemblea è stato affidato al Comune di concerto con gli Organi dell’UNPLI.
Ci chiediamo: se l’amministrazione comunale avesse seguito un percorso meno democratico e più verticistico, siamo certi che non saremmo stati ancor di più accusati di voler “far chiudere la Pro Loco” per vendette politiche o personali, senza peraltro aver raccolto alcuna prova della situazione insostenibile e della sua impossibilità di affrontare la nuova stagione turistica e culturale?
In questo percorso non vediamo nessuna ingerenza impropria da parte del Comune.
La volontà dell’amministrazione è stata quella di cercare di risolvere lo stato di disagio della vecchia Pro Loco e constatata l’impossibilità di andare avanti, proporre la costituzione di una nuova Pro Loco … non c’è stata NESSUNA CACCIA e NESSUN INGARBUGLIAMENTO. anzi il CONTRARIO.
Accusare oggi (o anche semplicemente alimentare il sospetto) che la responsabilità di quanto emerso sia dell’attuale Amministrazione Comunale ci sembra sinceramente ingiusto e ingeneroso.
L’operato poco chiaro della Pro Loco degli anni precedenti … 2014, 2015, 2016, è responsabilità delle precedenti amministrazioni che, attraverso il componente rappresentante del sindaco all’interno della Pro Loco, dovevano vigilare e controllare i bilanci, considerato anche che la vecchia Pro Loco otteneva dei consistenti contributi dall’amministrazione comunale.
Viene in mente quella storia “Re Nudo” in cui tutti lo vedono ma nessuno parla, finché un bambino incauto grida “Il Re è nudo!”, allora gli altri si risvegliano e con chi se la prendono? Con il bambino incauto che aveva rotto l’incantesimo naturalmente.
Per quanto riguarda l’invito a “il lavare i panni in casa”, l’attuale amministrazione ritiene che I PANNI SPORCHI NON SI LAVANO IN CASA, se ci sono state delle irregolarità devono emergere, soprattutto per poter svolgere l’azione futura nel modo corretto. Una associazione, come la Pro Loco, così importante per tutto il paese, che inoltre ha gestito anche la Rocca in modo poco chiaro, patrimonio fondamentale per Offagna, deve essere ASSOLUTAMENTE TRASPARENTE. A proposito di trasparenza, anche riguardo alla situazione di dissesto del Comune di Offagna, val la pena di ricordare che non è stato causato soltanto dal risarcimento dell’incidente, ma anche da una gestione finanziaria degli ultimi anni che eufemisticamente si potrebbe definire “creativa”.
Quindi oggi, più che cercare improbabili responsabilità sugli attuali amministratori comunali o frettolosi giudizi di incapacità (verifica eventualmente da fare in un arco complessivo delle problematiche affrontate e messe in cantiere in questi sei mesi), l’appello che facciamo è ad una partecipazione ampia e motivata per la costituzione di una nuova associazione FORTE E INDIPENDENTE, alla quale dovrebbe essere demandato il compito difficile ma anche gratificante, riteniamo, che debba essere valorizzata l’immagine turistica e culturale e l’attrattività di Offagna.
Lasciamo da parte, con grande senso di responsabilità da parte di tutti, sospetti, accuse e tutto ciò che può veramente inquinare la nascita di questa nuova associazione con il rischio di togliere entusiasmo a quanti intenderanno prendervi parte.
Offagna 22/01/2018 La Giunta Comunale 

 

Videomessaggio di saluto ed auguri di buon 2018 di Ezio Capitani, Sindaco di Offagna.


CuriosiAMO, tra le opere di artigiani, artisti, collezionisti di Offagna
(CLICCA QUI per visitare la pagina Facebook)

 


 


 


Sgambatoio ripulito grazie a benefattore offagnese che desidera l’anonimato.
IL VOLONTARIATO FA MIRACOLI!!!!

 


 

Convocazione primo Consiglio Comunale, venerdì 30/06/2017 ore 19:30


 

PRECISAZIONI
relative al comunicato della lista n.2 del 06-07-2017 dal titolo “OI ARISTOI”.

La lista n.2 dovrà contestare quelle che chiama illazioni più che alla lista n.1, alla Corte dei Conti, ai giornali, e al Commissario prefettizio. Invitiamo a prendere visione dei seguenti documenti, dove si può constatare le notizie dei conti non in ordine e di irregolarità nei bilanci:

  • Deliberazione n.50 del 29 aprile 2014 della Corte dei Conti relativa all’esame del rendiconto 2011 e al bilancio di previsione 2012 del comune di Offagna. Nella relazione si evidenzia “la sussistenza di profili critici che, siccome relativi ad aspetti cruciali della gestione finanziaria, ….., appaiono riconducibili al novero di irregolarità contabili di cui all’art. 148 bis Tuel”.
    (CLICCA QUI PER VISIONARE IL DOCUMENTO)
  • Articoli di alcuni giornali del 2016 che riportano le notizie relative all’indagine per “falso in atti pubblici” riferito ai bilanci del 2010-2011-2012 del comune di Offagna.

    (CLICCA QUI PER VISIONARE IL DOCUMENTO)
  • Deliberazione del commissario straordinario n. 44 del 21-12-2016 avente per oggetto procedimento penale n. 1256 / 2014 – Costituzione in giudizio – nomina difensore, dove si legge che la Corte di Appello di Ancona ha notificato il rinvio a giudizio degli imputati G.S., B.I. e L.A. …

    (CLICCA QUI PER VISIONARE IL DOCUMENTO)
  • Perché l’ex-sindaco si è dimesso (le dimissioni potevano evitarsi … NON SI ABBADONA LA NAVE … ) ? Perché non si è presentato alle elezioni e sta facendo la campagna elettorale in prima persona ?
    Per una proposta di governo alternativa rispetto alla gestione fallimentare della precedente amministrazione, che oggi si ripresenta nella manifestata continuità di uomini e di metodi (vedi stesso simbolo, capolista ex vice sindaco, ecc…).

 


 


Ezio Capitani, candidato Sindaco di Offagna per la Lista n. 1 – “Rinascita per Offagna – Passione e Responsabilità”

 

Rivedi l’intervista ad Ezio Capitani, candidato Sindaco di Offagna per la Lista n. 1 – “Rinascita per Offagna – Passione e Responsabilità” (fonte: www.cronacheancona.it)

 

 


 

 

 


LE VERE RESPONSABILITA’ DELL’AMMINISTRAZIONE GATTO CHE HANNO PORTATO OFFAGNA ALLA ATTUALE SITUAZIONE.

 

2011
OFFAGNA RAGGIUNGE E SUPERA IL LIMITE DI INDEBITAMENTO CONSENTITO PER LEGGE, IN PARTICOLARE CAUSATO DA MUTUI PESANTI COME QUELLO DEL CAMPO SPORTIVO. ESISTE UNA RELAZIONE DELLA CORTE DEI CONTI IN MERITO CHE AFFERMA  ANCHE L’ECCESSIVO PESO DEL TASSO DI INTERESSI DEI MUTUI CHE POTEVANO ESSERE RINEGOZIATI E UN USO IMPROPRIO DELL’ANTICIPAZIONE DI CASSA.
NELLO STESSO ANNO VIENE STIPULATO UNO STRANO FINANZIAMENTO CHE PREVEDE IL RIMBORSO DEL CAPITALE IN UNICA RATA FINALE NEL 2016, MUTUO CHE IL COMMISSARIO HA DOVUTO RINEGOZIARE ALLUNGANDONE LA SCADENZA E AGGRAVANDO ULTERIORENTE LA SITUAZIONE DEBITORIA DEL COMUNE.
NESSUN ACCANTONAMENTO PRUDENZIALE VIENE EFFETTUATO IN VISTA DELLA IMMINENTE SENTENZA PER LA NOTA DISGRAZIA DEL BAMBINO CADUTO NELLA SCARPATA.

 

2013
OFFAGNA ESCE DALL’UNIONE DEI COMUNI CON POLVERIGI, AGUGLIANO, CAMERATA PICENA, E SANTA MARIA NUOVA PER MOTIVI ELETTORALISTICI E PERSONALISTICI.
NELLO STESSO ANNO ENTRA IN VIGORE UNA NORMA DI LEGGE CHE ESENTA I COMUNI CHE FANNO PARTE DI UNIONI DI COMUNI DAL RISPETTO DEL PATTO DI STABILITA’, QUINDI SE OFFAGNA FOSSE RESTATA NELL’UNIONE DEI COMUNI OGGI NON SI TROVEREBBE A DOVER PAGARE ANCHE LE MULTE SALATISSIME COMMINATE PER LO SFORAMENTO DEL PATTO DI STABILITA’.
QUESTE MULTE SONO OGGI LA CAUSA PRINCIPALE DELLA BOCCIATURA RIPETUTA DEL BILANCIO 2016 DA PARTE DEGLI ORGANI DI CONTROLLO.

 

2015
IL COMUNE DI OFFAGNA VIENE CONDANNATO AL PAGAMENTO DEL 50% DEL RISARCIMENTO TOTALE PREVISTO CON SENTENZA DEL 7/08/2015 IN ATTESA DEL SECONDO GRADO

 

2016
IL SINDACO GATTO SI DIMETTE  IL 26 FEBBRAIO  APRENDO LA STRADA ALL’ARRIVO DEL COMMISSARIO PREFETTIZIO.
TALI DIMISSIONI NON ERANO AFFATTO NECESSARIE, SONO STATE DATE PER FUGGIRE DALLA RESPONSABILITA’ DI DOVER DICHIARARE IL DISSESTO, COMPITO INGRATO, CHE E’ STATO LASCIATO COSI’ AL COMMISSARIO
SE FOSSE RIMASTO AL SUO POSTO FINO AL 2018, SCADENZA NATURALE DEL MANDATO, AVREBBE EVITATO LA NOMINA DEL COMMISSARIO PREFETTIZIO,  SAREBBE STATO COMUNQUE NOMINATO IL COMMISSARIO LIQUIDATORE, MA AVREBBE POTUTO RICERCARE NEL FRATTEMPO LE MIGLIORI SOLUZIONI TECNICHE, GIURIDICHE E POLITICHE PER USCIRE DA QUESTA SITUAZIONE.
VENGONO ALLA LUCE ULTERIORI DEBITI FUORI BILANCIO E MANCATO PAGAMENTO DI ALCUNI DEBITORI.
ARRIVA LA MULTA PER LO SFORAMENTO DEL PATTO DI STABILITA’.
ARRIVA LA COSTITUZIONE DI PARTE CIVILE DEL COMMISSARIO NEI CONFRONTI DEGLI IMPUTATI DEL PROCEDIMENTO PER FALSO IN BILANCIO.
LA LISTA N.2 SI RIPRESENTA OGGI PER GOVERNARE OFFAGNA NELLA MANIFESTATA CONTINUITA’ DI UOMINI E DI METODI DELLA PRECEDENTE CATTIVA AMMINISTRAZIONE.

 


 


Comunicato stampa del 23 Maggio 2017

 

Al corriere Adriatico
Osimo

 

Rispetto all’articolo e ai titoli apparsi oggi sul vostro giornale circa una ipotetica composizione della mia giunta, ribadisco quanto già dichiarato: al momento non abbiamo affrontato la composizione della giunta, né tantomeno si è parlato di nomi o di componenti esterni
E’ un tema che affronteremo dopo le elezioni tenendo conto delle problematiche più urgenti per Offagna.
Ribadiamo che la nostra è una lista CIVICA SENZA COLLEGAMENTI A NESSN PARTITO a differenza di quella della Manetti che vede in lista il segretario del PD ed esponenti della vecchia amministrazione come capolista e in posizione per assumere rilevanti incarichi nella futura giunta.
Rispetto a illazioni e false informazioni che circolano in questi giorni ribadiamo che “NON VENDEREMO LA ROCCA …. NON CHIUDEREMO LA PRO LOCO ….. NON HO SCAMBIATO IL MUSEO PAOLUCCI CON IL DECLASSAMENTO DELLA STRADA DEL VALLONE …. E NON CHIUDEREMO LA DP LOGISTICA ….. Sono notizie striscianti e ridicole finalizzate a sviare l’attenzione dalla drammatica situazione di Offagna e dalle reali responsabilità di chi ci ha portato a questo punto, che più dettagliatamente espliciteremo nel corso dei nostri incontri.
Capisco che chi non ha niente da dire di positivo su di se abbia come unica arma quella di discreditare gli avversari, ma questo atteggiamento rischia di far saltare quel clima di serena competizione e di apparente volontà unitaria che a parole tutti affermano di voler perseguire.
Offagna 23/05/2017
Ezio Capitani
RINASCITA PER OFFAGNA – PASSIONE E RESPONSABILITA’

 


 

 

 

 

 

 

 

 


 

Domenica 14 maggio 2017 ore 10:00, presentazione alla cittadinanza della lista “Rinascita per Offagna”

 

DOMANDE E RISPOSTE

Per inviarci le tue domande fai click su CONTATTACI e compila tutte le caselle, poi premi su INVIA. Riceveremo per e-mail la tua domanda e pubblicheremo la risposta qui sotto.

Domanda di G.F.:

Vorrei sapere se avete qualche buona idea per ridare decoro a quella grande area di case incomplete e abbandonate (ex terreno Bianchi) che deturpa irrimediabilmente l’immagine di Offagna.

RISPOSTA: Buongiorno,
L’area in degrado va assolutamente risanata, compresa la rimozione della gru che deturpa il paesaggio. Per il recupero si potrebbe ipotizzare un piano di edilizia agevolata per giovani coppie o single. Ci sono periodici bandi della Regione Marche per questo tipo di edilizia con contributi economici e finanziamenti agevolati.

Domanda di D.P.:

Ho sentito dire che se verrete eletti farete l’accorpamento con il Comune di Osimo.

RISPOSTA: Buongiorno,
il nostro primo obiettivo è la salvaguardia dei servizi essenziali mantenendo ove possibile la nostra autonomia. Comunque ogni eventuale decisione sarà presa previa adeguata informazione alla popolazione e, ove necessario, utilizzando forme di consultazione popolare.

Domanda di V.Z.:

Volevo sapere se per i bambini avete previsto la riapertura della ludoteca, centro di aggregazione per i bambini delle elementari. quest’anno ho dovuto portarla in osimo. E naturalmente dei centri estivi. Ricordiamoci inoltre che oltre ad essere il futuro i bambini sono stati i primi ad essere fortemente penalizzati dal commissariamento.

RISPOSTA: Buongiorno,
la ringraziamo per la domanda e cercheremo di darle una risposta quanto più possibile esauriente. Crediamo profondamente nel fatto che i giovani debbano avere ad Offagna dei luoghi che riconoscano come i propri, in cui possano sentirsi “protetti” ma allo stesso momento liberi di vivere le proprie relazioni sociali, dei luoghi in cui possano esprimere la propria creatività ludica e allo stesso tempo sviluppare le proprie capacità relazionali, emozionali e comunicative. Pertanto, come descritto nel nostro programma, al capitolo “sanità e sociale”, il nostro impegno sarà quello di ripristinare spazi comuni di aggregazione e di ritrovo per il tessuto sociale (ludoteca, centro giovanile, centri estivi e centro anziani).